Il Voto

Promessa fatta a Dio o ai Santi di una cosa che si ritiene essere loro gradita: è moralmente vincolante.

Anche se trascorrono molti anni da quando la persona fa il proprio Voto, questa è tenuta a mantenere la promessa fatta.

Ma, a dire il vero, in determinate circostanze, il sacerdote può dispensare la persona dal Voto oppure cambiarlo.

I Voti più comunemente realizzati tra la popolazione consistono nell’offerta di torce di cera, tovaglie, provole di caciocavallo, denaro, capi di bestiame, mastazzola (caratteristici biscotti di farina impastati con vino cotto) e naturalmente la promessa del famoso viaggio.

Fino a non molto tempo fa era costume portare ex voto, un oggetto di cera che rappresentava la parte anatomica risanata tramite il miracolo; per la questua al posto del denaro, si donava un po’ di frumento o di farina.

Ma oltre ai Voti esteriori consistenti in qualcosa di materiale, sono molti i devoti del Santo che hanno dei voti interiori o perpetui come quello di non bestemmiare, o praticare il digiuno e la mortificazione.

Di sicuro il Voto che commuove maggiormente è il viaggio.

Questa antica tradizione, la cui finalità è di espiare i peccati da vivi per alleviare le sofferenze del purgatorio e al tempo stesso rendere grazie a Dio per la grazia ricevuta, perpetuata nella notte del 24, all’alba del 25 Luglio, consiste ne percorrere a piedi scalzi il lungo tragitto che il Santo il giorno 26 Luglio sorretto a spalle dai suoi devoti, compie per le strade della città toccando tutti gli edifici di culto esistenti e non.

Per tutto il percorso, i devoti pregano pronunciando formule tradizionali e recitando il Santo Rosario.

Non è raro scorgere alla fine del viaggio, alcune devoti che, in segno di penitenza strofinano la lingua dal portale della chiesa fino all’altare principale, dove si trova San Giacomo benedicente; questi, carponi sul pavimento della chiesa, strofinano la lingua senza arrestarsi, incuranti del dolore o della fuoriuscita di sangue.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: